Correre con il freddo | Maratona Alzheimer

Correre con il freddo

Correre con il freddo
Correre con il freddo
21 Novembre 2018

La stagione invernale con le sue giornate brevi e fredde lascia ai RUNNER poca tregua, ma in realtà coprendosi nel modo giusto l'allenamento poi viene da sé!   

Ecco 7 accorgimenti utili per scegliere con cura i capi da prediligere in inverno in base alla parte del corpo interessata: 

  1. TESTA - scegliere berretti o fasce termiche traspiranti, così da permettere al sudore di evaporare,
  2. COLLO - coprire la gola con scaldacollo o buff che all'occasione può essere alzato anche per riparare bocca e naso,
  3. BUSTO - per la parte a contatto con la pelle utilizzare materiali traspiranti per favorire l'evaporazione del sudore, coprirsi poi a strati con maglie termiche che scaldino ed eventualmente ulteriormente con antivento o impermeabile,
  4. BRACCIA - prediligere maniche lunghe per il primo strato traspirante oppure manicotti che in caso di calore, in giornate di sole, possono poi essere abbassati,
  5. MANI - indossare guanti termici possibilmente, soprattutto a inizio allenamento, tenendo calde le estremità non si sentirà freddo nel resto del corpo,
  6. GAMBE - pantaloni lunghi termici e felpati se le temperature sono molto rigide, 
  7. PIEDI - se scegli calzini lunghi puoi permetterti pantaloni a 3/4


Seguici sui social

Iscriviti alla newsletter

Clicca qui per restare aggiornato ed essere inserito nella newsletter

Compila il modulo

Una maglietta per cancellare il silenzio

Entra a far parte della nostra community con una donazione minima di 10 € potrai avere la nostra maglietta tecnica!

T-shirt tecnica

Staffette 2022

La Fondazione Maratona Alzheimer sarà presente ai Charity Program della Maratona di Roma del 27 marzo e della Milano Marathon del 3 aprile.

Scopri di più

Petizione nazionale

Una petizione per il diritto alla cura delle persone che vivono con Alzheimer, con 9 punti da accogliere nel PNRR. 

Firma su Change.org

Le NOCI per l' Alzheimer

Le NOCI per l'Alzheimer: buone e salutari!

Scopri di più
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.